News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

Sapere per prevenire e curare | Il tumore del colon-retto

Sapere per prevenire e Curare è lo slogan che caratterizza le 3 giornate del 04‐11‐25 Maggio 2019 dedicate all’informazione adeguata e corretta circa la prevenzione del tumore del colon‐retto organizzate dalla Unità Operativa di Endoscopia Digestiva diretta dalla dottoressa  Costanza Alvisi.
In Italia il tumore del colon‐retto è il secondo tumore più frequente nelle donne ed il terzonegli uomini, rappresenta la seconda causa di morte per tumore ed ogni anno in provincia di Pavia è causa di circa 1600 ricoveri ospedalieri e 250 decessi. Per la rilevanza del problema è indispensabile che il cittadino comprenda che, contrariamente ad altre patologie, non si deve attendere la comparsa di sintomi per sottoporsi ad accertamenti ma è indispensabile ricercare le condizioni di rischio di insorgenza del tumore del colon‐retto soprattutto in alcune fasce di età o in caso di condizioni familiari particolari quali ad es. il rischio ereditario.
Si è pensato di offrire ai cittadini la possibilità di conoscere da vicino la procedura di colonscopiViaggio all'interno del colon Sapere per prevenire e curare Eventi 4-11-25 maggio 2019a e le sue potenzialità curative grazie alla identificazione delle lesioni e delle condizioni di rischio che lasciate a sé e non trattate possono portare all’insorgenza del tumore. Per far meglio comprendere quali sono queste cause di rischio di sviluppo di tumore e come possono essere trattate durante la colonscopia, proponiamo una modalità innovativa di informazione mediante un “Viaggio guidato” all’interno di un “Colon Gonfiabile” dimostrativo, una sorta di tunnel gonfiabile percorribile a piedi che riproduce un tratto di colon. I cittadini potranno entrare nel colon gonfiabile ed essere guidati da personale Medico Infermieristico dell’UO Endoscopia Digestiva ASST-Pavia  perché vedano e comprendano quali possono essere i motivi che comportano un rischio per insorgenza di cancro.
L'evento, oltre ai Patrocini dell'Ordine dei Medici, della Provincia, del Comune e dell'ATS di Pavia, ha ricevuto l'alto riconoscimento della Commissione Europea. Chi vorrà, potrà poi ricevere dagli specialisti tutte le informazioni che riterrà utili nonché i giusti consigli in maniera completamente gratuita.

L’iniziativa riveste particolare importanza per il cittadino “che si perde per strada” durante il percorso di test/esami di prevenzione e si ferma ad un primo livello spesso per timore e per mancata conoscenza della colonscopia, che oggi viene eseguita routinariamente, senza dolore e che può salvare la vita. 
Le sedi dell’evento, aperto gratuitamente al pubblico, saranno  

  •  4  Maggio   Vigevano   Giardini del Castello,
  • 11 Maggio   Pavia         Piazza Vittoria
  • 25 Maggio  Voghera     Piazza Duomo
Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il filePrime giornate pavesi di informazione e prevenzione delle malattie del colon Locandina Vigevano
Scarica il filePrime giornate pavesi di informazione e prevenzione delle malattie del colon Manifesto Vigevano
Scarica il filePrime giornate pavesi di informazione e prevenzione delle malattie del colon Locandina Pavia
Scarica il filePrime giornate pavesi di informazione e prevenzione delle malattie del colon Manifesto Pavia
Scarica il filePrime giornate pavesi di informazione e prevenzione delle malattie del colon Locandina Voghera
Scarica il filePrime giornate pavesi di informazione e prevenzione delle malattie del colon Manifesto Voghera

Avviso agli utenti

Avvisiamo i gentili utenti delle seguenti variazioni:

  • Servizi Terr.li per le Dipendenze (SER.D) Sede di Pavia: chiusura anticipata alle ore 13:30 nei giorni di lunedì 6 venerdì 17 e martedì 28 maggio 2019 per aggiornamento operatori;
  • Sportello Amm.vo Radiologia Ospedale Asilo Vittoria Mortara: chiusura durante il periodo 19/04/19 - 03/05/19. Le accettazioni di radiologia verranno effettuate presso il CUP;
  • Ambulatorio Radiologico presso il Presidio Pneumotisiologico di Pavia di Viale Gorizia 97: chiuso il 2, 3 e 7 maggio e dal 20 al 24 maggio p.v..

Rinnovato l'incarico di Direttore dell'U.O.C. Neurologia Voghera alla dott.ssa Giuseppina Borutti

L’ASST di Pavia comunica di aver rinnovato l’incarico di Direttore dell’Unità Operativa Complessa Neurologia di Voghera alla dott.ssa Giuseppina Borutti fino al 26 febbraio 2020. La decisione è stata motivata dalla esperienza professionale acquisita dalla dirigente e dall’efficiente andamento dell’Unità Operativa.
La dott.ssa Borutti, vogherese, è a capo del Reparto dal 2010, prima come Referente e poi, dal 2014, come Direttore a tutti gli effetti.
Dopo aver conseguito il diploma di maturità classica presso il Liceo cittadino, si è laureata con lode all’Università di Pavia nel 1978 e si è successivamente specializzata in Neurologia, sempre con lode, nel 1982. Ha conseguito inoltre la specializzazione in Neurofisiologia Clinica e un master universitario di II livello in Malattie Cerebrovascolari.
E’ stata anche docente universitaria presso il Corso di Laurea Infermieristica dal 1999 al 2015. Tra i numerosi incarichi ricoperti figura quello di Referente aziendale di Progetti  della  Regione Lombardia  al  fine  della  gestione  in  rete  dell’ictus.
La dott.ssa Borutti dirige uno staff che comprende 12 Dirigenti Medici (Carla Francesca Arbasino, Natale Arnò, Gabriele Bellavia, Claudia Camana, Carlo Dallocchio, Cristiana Di Marco, Margaret Glorioso, Angela Matinella, Sara Mazza, Rosanna Murelli, Domenico Plantone e Massimo Sciarretta), il coordinatore infermieristico Giliola Milanesi, infermieri professionali e ausiliari oltre alle figure di terapista della riabilitazione, logopedista, tecnico di neuropatologia.
L’U.O.C. Neurologia di Voghera dispone di 20 letti di degenza ordinaria e di 4 letti monitorizzati della Stroke Unit: quest’ultima è una degenza sub intensiva per permettere di praticare l’unica terapia specifica esistente, ovvero la trombolisi endovenosa con monitoraggio costante dei parametri vitali del paziente.
La dott.ssa Borutti nel dicembre scorso è stata insignita in Municipio della benemerenza civica “Summa Viqueria” per  avere elevato il prestigio della città di Voghera attraverso la sua preziosa attività di neurologa ed in particolare per gli studi, la cura e la prevenzione dell’Ictus. Il reparto da lei diretto, tra l’altro, è da anni promotore di diverse importanti iniziative, tra le quali la “Camminata della Salute” (giunta quest’anno alla quinta edizione, in programma domenica 5 maggio sulla Green Way da Voghera a Rivanazzano Terme) e la “Run for Parkinson’s” (con partenza dalla ex caserma iriense domenica 12 maggio).
(Pavia, 17/04/2019)

 

Progetto ASST e ATS Pavia "Rincuoriamoci" a favore dei dipendenti

ASST Pavia e ATS Pavia aderiscono alla Rete Regionale “Aziende che promuovono salute - Rete WHP (Workplace Health Promotion) Lombardia”. Il programma si fonda sui principi della promozione della salute negli ambienti di lavoro con l’obiettivo prioritario di promuovere cambiamenti organizzativi dei luoghi di lavoro al fine di renderli favorevoli all’adozione consapevole di stili di vita salutari per la prevenzione delle malattie croniche.
In tale ambito, ASST e ATS Pavia lanciano l’iniziativa congiunta “RinCuoriamoci – Prendiamoci cura della nostra salute, preveniamo le patologie cardiovascolari” riservata ai propri dipendenti della sede di viale Indipendenza 3 a Pavia: qui, per tutto il prossimo mese di maggio, potranno rivolgersi all’Ambulatorio 1 (al pianterreno) per incontrare operatori sanitari i quali, nell’ottica della prevenzione cardiovascolare, distribuiranno materiale informativo, effettueranno un’anamnesi sugli stili di vita, forniranno consigli utili alla prevenzione, eseguiranno test rapidi per colesterolemia totale e glicemia, rilevazione della pressione arteriosa e dei parametri antropometrici, il tutto a titolo gratuito.
Nel caso sia ritenuto utile, ai dipendenti verranno suggeriti un eventuale colloquio di approfondimento e l’invio al proprio Medico di Medicina Generale.
Gli obiettivi, in relazione al diverso livello di rischio, sono:
- indirizzare verso un’adeguata presa in carico sistemica in grado di potenziare le risorse personali (empowerment) per l’adozione consapevole di stili di vita corretti mediante l’offerta di interventi/programmi presenti a livello territoriale;
- costruire, attraverso un processo partecipato, un contesto che favorisca l’adozione di comportamenti e scelte positive per la salute.
Capofila di questo progetto per l’ASST di Pavia  sono l’arch. Gian Carlo Scarpini (Referente WHP Aziendale) e la dott.ssa Giovanna Crea (Responsabile UOC Polo Territoriale Pavese).
Il Programma “Aziende che Promuovono Salute – Rete WHP Lombardia” si fonda sul modello promosso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ed è riconosciuto dal Ministero della Salute. Si tratta di un progetto globale che affonda le radici nella “Carta di Ottawa” del 1986 con la quale l’OMS aveva evidenziato l’importanza della “promozione della salute” anche negli ambienti di lavoro. Nel concreto, la WHP è promossa dalle varie organizzazioni e istituzioni sanitarie nazionali e locali (in prima linea le Agenzie di Tutela della Salute, ATS) e comprende aree tematiche quali la promozione di un’alimentazione corretta, il contrasto al fumo di tabacco, la promozione dell’attività fisica, la sicurezza stradale e mobilità sostenibile, il contrasto all’abuso di alcol e all’uso di sostanze stupefacenti, la promozione del benessere personale e sociale e conciliazione famiglia-lavoro.
Nel dicembre scorso l’ASST di Pavia, sempre nell’ambito della rete WHP, aveva promosso la “Giornata della Frutta” nelle proprie mense aziendali: in tale occasione era stata messa a disposizione dei dipendenti una quantità e varietà di frutta superiore alle normali giornate di lavoro ed aveva fornito consigli sulle modalità di scelta tramite apposite locandine.
(Pavia, 16/04/2019)

 

 

il Dr. Giannantonio Maggi, Ambulatorio di Cardiologia di Mede

Da un paio di settimane è stata attivata, presso l’Ospedale San Martino di Mede, l'attività specialistica ambulatoriale di Cardiologia. Ne parliamo con il Dr. Giannantonio Maggi a cui è stata affidata la gestione dell’Ambulatorio.

Dr. Maggi, in cosa consiste l’attività?
“Il servizio eroga prestazioni in regime ambulatoriale riguardanti visite cardiologiche (prime visite e controlli), elettrocardiogramma, ecocardiogramma,  colorDoppler ed Holter ECG 24h. Oltre a questa attività rivolta agli utenti esterni, vengono espletate consulenze interne all'Ospedale San Martino, riguardanti i reparti di Medicina Interna, Cure Palliative, Medicina Riabilitativa e Punto di Primo Intervento”.

Quando vi si accede?
“Gli orari di attività sono attivi nei giorni di lunedì e mercoledì dalle ore 8 alle ore 17 ed il venerdì dalle ore 8 alle ore 13”.

Il Dr. Giannantonio Maggi si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pavia con votazione 110/110 con lode e successivamente si è specializzato in Malattia dell’Apparato Cardiovascolare con 50/50 e lode presso la medesima Università. Tra le sue esperienze lavorative figurano le attività prestate presso il Policlinico San Donato, l’Istituto Clinico Sant’Ambrogio e la Fondazione I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo di Pavia. Il suo è un ritorno, avendo già lavorato in passato in ASST Pavia.
Il suo approdo consente di rinforzare l’organico dell’Unità Operativa di Medicina Interna dell’Ospedale San Martino di Mede il cui referente è il Dr. Simone Bagnoli e la cui mission è l'assistenza globale al paziente adulto ed anziano affetto da patologie di interesse internistico.
Al secondo piano del vecchio Ospedale si svolge l'attività specialistica ambulatoriale che, oltre alla cardiologia, comprende diabetologia, eco-doppler vascolare, ecografie, epatologia, geriatria, medicina interna, onco-ematologia (localizzato presso il Day Hospital/MAC).

 

La Messa di Pasqua nella Cappella dell'Ospedale "Asilo Vittoria" di Mortara trasmessa in diretta nazionale da Radio Maria

Domenica 21 aprile, in occasione della festività di Pasqua, l’emittente nazionale Radio Maria trasmetterà, in collegamento diretto dalla Cappella “Madonna Medaglia Miracolosa” dell’Ospedale “Asilo Vittoria” di Mortara, la Santa Messa celebrata dal Cappellano Rev. Don Giambattista Camana. La diretta radiofonica andrà in onda dalle ore 16:30 alle 17:50 e sarà condotta da Fabio Serretti. La Messa sarà preceduta dalla  recitazione del Santo Rosario e dei Vespri, anch’essi trasmessi via radio.
I responsabili tecnici dello studio mobile hanno già effettuato in questi giorni un sopralluogo a Mortara, con esito positivo, per la verifica dei collegamenti.
La celebrazione, oltre che all’interno della Cappella, potrà essere seguita via radio sul canale FM 107.900, in televisione sui canali 789 del Digitale Terrestre o 5789 di Sky ed anche su internet tramite computer, tablet e smartphone.
Radio Maria è una emittente cattolica di preghiera, di evangelizzazione e di promozione umana il cui palinsesto è realizzato con il contributo di vescovi, sacerdoti, religiosi e laici. Nelle animazioni quotidiane della preghiera vengono anche coinvolte parrocchie, comunità religiose, monasteri, ospedali e carceri con più collegamenti giornalieri.
L’emittente, con sede ad Erba in provincia di Como, è diffusa capillarmente in tutta Italia (con 850 ripetitori in Modulazione di Frequenza) e in 74 nazioni del mondo distribuite nei cinque continenti, con 81 reti supportate da altre 19 stazioni radiofoniche che trasmettono anche in lingua locale. Sono in tutto 20.000 i volontari di Radio Maria al servizio di oltre 30 milioni di ascoltatori in tutto il mondo. L’emittente non diffonde alcun messaggio pubblicitario ed è sostenuta unicamente dalle offerte dei suoi ascoltatori (Pavia, 15/04/2019).

 

Insieme contro il disagio giovanile nel progetto "Ti ascoltiamo"

Progetto Asst Pavia E fondazione Le Vele contro il bullismo e il disagio giovanile

La Fondazione “Le Vele”, in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione, Formazione, Pari Opportunità e Politiche Temporali del Comune di Pavia, l’ASST di Pavia e UST di Pavia, ha elaborato un progetto che riguarda il contrasto al disagio giovanile nelle sue varie forme dal titolo: “Il malessere e il disagio giovanile: apatia, trasgressività, devianza, (cyber)bullismo. Evitare pericoli, promuovere competenze e benessere”. Tale progetto ha avuto il riconoscimento e un contributo da parte della Fondazione Cariplo e della Fondazione Comunitaria della provincia di Pavia.

Nel contesto di tale progetto, nella giornata di venerdì 8 marzo 2019, presso la Sala Convegni di ATS Pavia, si è tenuto il convegno dal titolo: “Disagio giovanile, prevenzione e cura”.

Dopo i saluti delle autorità - per l’ASST di Pavia era presente il Direttore Socio-Sanitario Armando Gozzini – sono intervenuti Pietro Edmondo Pontremoli (Fondazione Le Vele), Fabrizio Maggi (Università degli Studi di Pavia), Stefano De Luca (psicologo analista), Anna Maria Brandazza (IIS Cairoli Pavia) e e Cristina Comini (Dirigente IIS Cossa Pavia).

Fabrizio Maggi, in particolare, ha illustrato i risultati dei questionari somministrati a studenti e genitori.

E’ seguita una tavola rotonda coordinata da Fabrizio Maggi, a cui hanno partecipato Angela Barbara Gregorini, Pietro Edmondo Pontremoli, Stefano De Luca, Katiuscia Pozzi, Laura Canale, Angela Sacchi, Elena Cinquanta, Marino Gatti, Daniela Masala.

Tra i temi affrontati, particolare rilievo hanno assunto le sfide educative dei genitori, che esprimono una difficoltà crescente nell’esercizio della propria autorità nei confronti dei figli. Ma anche il ruolo educativo, spesso sostitutivo, che gli insegnanti si trovano a dover ricoprire, di fronte a genitori che assumono il ruolo di avvocati difensori dei figli, riducendo la capacità di questi ultimi di assumersi le responsabilità delle proprie azioni.

E’ emersa l’esigenza di costruire e rafforzare una rete interistituzionale sul disagio giovanile, che consenta di definire progetti condivisi e sinergici da presentare alle scuole, superando la frammentazione oggi esistente, che diventa per i referenti scolastici fonte di sovraccarico burocratico e operativo nel vaglio delle proposte, con inutile dispendio di tempo e di risorse.

In queste settimane è partita la fase operativa del progetto. Le scuole e le istituzioni scolastiche, i docenti, i genitori e tutti gli operatori che a vario titolo si interessano di disagio operativo, possono ora consultare il sito del progetto www.tiascoltiamo.it.

È un sito di facile consultazione che mette in evidenza le finalità del progetto e le procedure per accedere ai servizi offerti.

Prima di tutto la possibilità di accedere, da parte degli studenti, dei giovani e anche dei genitori, ad uno sportello online dove possono trovare la consulenza di uno psicologo. È  necessario iscriversi al progetto tramite la mail info [at] tiascoltiamo.it e prenotarsi cliccando sull’apposito tasto (Prenota). La mail info [at] tiascoltiamo.it può essere anche utilizzata per richiedere informazioni.

Promozione dell'allattamento materno

Campagna promozionale  dell'allattamento maternoL'U.O.S. Prevenzione Socio Sanitaria Territoriale Sussidiarieta’ e Sostegno alla Famiglia della Direzione Sociosanitaria di Asst Pavia, organizza una serie di incontri presso i Consultori Familiari per promuovere l'allattamento materno, con il seguente calendario:

PAVIA il Giovedì dalle ore 14.00 alle ore 16.00
VOGHERA il Giovedì dalle ore 14.00 alle ore 16.00
VIGEVANO il Mercoledì dalle ore 10.00 alle ore 12.00

L’allattamento al seno è un beneficio per la salute della mamma e del bambino. E’ una modalità di alimentazione naturale consigliata sicuramente a tutte le donne. Allattare al seno è, prima di tutto, un gesto d’amore, è il modo più naturale per continuare quel rapporto speciale e unico che si crea tra mamma e figlio durante la gravidanza. Ma oltre ad essere un momento ricco di emozioni, che crea un legame intenso, il latte materno è l’alimento più adeguato ai fabbisogni nutrizionali dei neonati, anche di quelli prematuri(Link alla locandina)

Dott. Ezio Pozzi Direttore di Ostetricia e Ginecologia di Voghera

Dott. Ezio Pozzi Ginecologo Direttore UOC ostetricia e Ginecologia VogheraIl Dott. Ezio Pozzi, dall'08 aprile 2019 è stato nominato Direttore dell'Unità Operativa Complessa Ostetricia e Ginecologia di Vogheraruolo che ricopriva in qualità di facente funzione. Il Dott. Pozzi è allievo del recentemente scomparso emerito Prof. Emilio Imparato. Il reparto diretto dal Dott. Pozzi, esegue ogni tipo di intervento ginecologico ed ostetrico: dalla chirurgia conservativa e laparoscopica per la patologia benigna fino alla chirurgia radicale per le neoplasie dell’apparato genitale femminile; dalla chirurgia per la correzione del prolasso genitale alla chirurgia per la correzione dell’incontinenza urinaria femminile, con interventi di recentissima introduzione e minima durata di degenza. Il Centro di Oncologia Ginecologica fornisce assistenza e trattamento postoperatorio chemioterapico alle pazienti affette da neoplasia, compreso un programma di follow-up clinico-radiologico intensivo per la diagnosi e il trattamento della recidiva. Sono altresì attivi numerosi protocolli di collaborazione scientifica con istituti di ricerca italiani. Il servizio di ecografia è dotato di apparecchiature in 3D di ultima generazione.

Il trapianto di rene dono sconosciuto | Il racconto di chi ha ricevuto di chi ha donato e di chi ha condiviso

In occasione della Giornata nazionale per la donazione e trapianto di organi e tessuti  Domenica 14 aprile alle ore 16:30 presso l'Auditorium San Dionigi a Vigevano si terrà un incontro aperto a tutti i cittadini organizzato dall'Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi di Vigevano diretta dalla Dottoressa Antonietta Gazo.
L'evento dal titolo "Il trapianto di rene dono sconosciuto: il racconto di chi ha ricevuto di chi ha donato e di chi ha condiviso" ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della donazione e sulla possibilità di dare il proprio consenso  alla donazione  al momento dell'emissione o rinnovo della Carta d'identità.  
Sarà presente il Dott.Casazza, coordinatore delle Emergenze e della Medicina delle donazioni, che presenterà le statistiche della nostra Azienda in tema di trapianto. Verranno  narrate le esperienze di trapiantati, delle difficoltà, della limitazione della libertà e dell'impegno presentato dalla dialisi, della speranza nell'attesa del trapianto e soprattutto del ritorno ad una vita normale con il trapianto. Nel nostro Centro dal 1987 hanno ricevuto il trapianto 80 pazienti  e di questi 4 hanno ricevuto il secondo trapianto dai Centri Trapiantatori del Nord Italia. Inoltre grazie alla generosità, all'amore ed al senso della famiglia, altri 6 pazienti hanno ricevuto il rene da un congiunto vivente, in 5 casi evitando la dialisi. Alcuni dei donatori  saranno presenti e spiegheranno le motivazioni di un gesto così eroico. Modererà l'incontro il Dott.Bellazzi Roberto, già Direttore dell'Unità.

Un rigraziamento  all'artista Ale Puro autore dell'immagine 

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileProgramma e relatori

Pagine