News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

Il Direttore Socio-Sanitario dott. Armando Gozzini e il progetto Vita da aMare

Direttore socio sanitario dott. Armando GozziniPer il terzo anno consecutivo, la manifestazione Vita da aMare, si è svolta nella meravigliosa cornice della terra di Sardegna, tra Porto Rotondo e la Costa Smeralda.
Vita da aMare, da dieci anni, permette a più di cento ragazzi con disabilità, di sperimentare l’emozione di una regata, con il supporto di skipper professionisti, nel segno dello sport, dell’inclusione e della condivisione. Un’occasione importante per imparare le nozioni di base della vita di bordo, acquisendo maggiore consapevolezza di sé e sviluppando la predisposizione all’autodeterminazione e all’autonomia. Quest’anno, l’evento è stato dedicato a Giulia Fresi, giovane ragazza speciale di Arzachena recentemente scomparsa. All’iniziativa, svoltasi tra il 26 e il 29 settembre 2019, ha partecipato anche il Direttore Socio-Sanitario di ASST Pavia, Armando Gozzini, a cui chiediamo alcune impressioni sull’esperienza:

Dott.Gozzini, come è nata la sua partecipazione a questa iniziativa?
In realtà ho partecipato anche all’edizione di due anni fa ed è stata davvero una bellissima opportunità. Da ormai tre anni, alcuni ospiti delle nostre strutture del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze di via Vivai, a Pavia - dove ricordo operano un Centro Riabilitativo di Media Assistenza (C.R.M.A), una Comunità Protetta di Alta Assistenza (C.P.A) e un Centro Diurno (C.D.) - partecipano all’iniziativa. In questo senso ringrazio il dottor Luca Tarantola, che, come referente del C.R.M.A, ha profuso un grande impegno professionale e organizzativo in questa preziosa esperienza. I pazienti partecipanti, sono stati per tutto il tempo affiancati da infermieri ed educatori. Personalmente ho trovato tutte le attività proposte ai partecipanti estremamente stimolanti sul piano della autonomia e della consapevolezza di sé e delle proprie potenzialità; il tutto in una cornice naturale stupenda che ha favorito il loro benessere. Un plauso ovviamente agli organizzatori.

Quale era la giornata tipo durante il soggiorno? 
Gli ospiti avevano una giornata ricca e diversificata. A titolo di esempio, il secondo giorno, dopo la colazione, è stata organizzata una visita alla Capitaneria di Porto. Successivamente gli equipaggi sono salpati, rimanendo in mare fino al pomeriggio e partecipando a una regata competitiva organizzata dallo Sporting Club di Porto Rotondo. In serata, dopo la cena, gli ospiti hanno potuto godere di uno spettacolo musicale e di una sfilata di moda. Davvero un’esperienza intensa e stimolante.

Questa iniziativa potrebbe ispirare progetti con soggetti del nostro territorio, per favorire la vita di comunità e una maggiore inclusività, per queste persone?
Sicuramente Vita da aMare dimostra che nelle giuste condizioni di affiancamento, le esperienze sportive, in un contesto naturalistico, costituiscono sfide positive per le persone in carico ai servizi di salute mentale, favorendo un incremento di autonomia ed autodeterminazione. Penso che progettualità modellate sulle opportunità offerte dal nostro territorio, in sinergia con i comuni e le associazioni, siano un segnale istituzionale che possiamo e dobbiamo dare. Mi impegnerò sicuramente in questa direzione.

Galleria Fotografica Vita da aMare Galleria Fotografica

Obesity Day | 10 Ottobre 2019

10 ottobre 2019 Obesity dayCampagna nazionale di sensibilizzazione per la prevenzione dell'obesità e del sovrappeso.

Il 10 Ottobre 2019 dalle ore 9:00 alle ore 13:00 in occasione dell'Obesity Day, nei presidi di Vigevano e Voghera, i dirigenti medici e i dietisti della Unità Operativa di  Medicina Generale ad Indirizzo Dietologico saranno a disposizione dei cittadini per dialogare, confrontarsi e rispondere a dubbi e domande e per distribuire materiale divulgativo in tema di peso corporeo.

-  Ospedale di Vigevano: all'ingresso dell'ospedale, (presso il  locale ex-CUP)
-  Ospedale di Voghera: presso il locale antistante il bar interno.

L’obesità e il sovrappeso rappresentano uno dei principali problemi di salute pubblica. L’OMS ha coniato nel 2001 il termine “globesity” per sottolineare la grave minaccia causata dall’eccessivo aumento del peso corporeo degli esseri umani nel mondo. L’Obesità è una patologia epidemica e gli interventi di prevenzione, fino ad ora, si sono dimostrati inefficaci perché basati sul paradigma della responsabilità personale. In questa ottica il soggetto ingrassa perché non rispetta le regole. Al contrario gli esperti sono concordi sul fatto che l’Obesità è una condizione complessa che deriva dall’interazione di fattori genetici, psicologici e ambientali. In molti casi, purtroppo, la persona obesa è vittima di stigma sociale e mediatico che finisce per condizionare la propria qualità di vita, per questo va considerata una priorità nazionale a livello sanitario, politico, clinico, sociale considerando che è una malattia altamente disabilitante e necessita di un piano nazionale specifico.

Obesity Day, campagna di sensibilizzazione per la prevenzione dell’Obesità e del Sovrappeso e promossa con cadenza annuale dal 2001 da Fondazione ADI e IO-Net, culmina ogni anno con la giornata del 10 ottobre ed è collegata al WORLD OBESITY DAY.
L’ASST di Pavia partecipa alla giornata di sensibilizzazione con il personale della UOSD Medicina Generale ad Indirizzo Dietologico, diretta dalla dott.ssa Nadia Cerutti che così descrive l’iniziativa: “Abbiamo ritenuto opportuno aderire alla Campagna promossa dall'Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, facendo inserire gli Ospedali di Vigevano e Voghera tra i circa 130 Centri Italiani impegnati a far conoscere la gravità del fenomeno obesità.I dati epidemiologici devono farci riflettere, sono 25 milioni gli italiani in sovrappeso (1 su 5) e 6 milioni gli obesi (1 su 10) e i dati relativi alla popolazione pediatrica sono ancora più preoccupanti, 1 bambino su 4 è in sovrappeso, 1 su 8 è obeso. Molte persone non hanno la giusta percezione del proprio peso e non sono consapevoli del fatto che l'obesità è una malattia che deriva dall’interazione di fattori genetici, psicologici e ambientali che si può e si deve combattere, ma va adeguatamente comunicata. Dobbiamo smettere di pensare che un soggetto ingrassa solo perché non rispetta le regole e mangia troppo e dobbiamo impegnarci sempre di più in iniziative come quella dell'Obesity Day che hanno lo scopo di sensibilizzare la popolazione su corretti stili di vita, sana alimentazione, importanza dell’attività fisica e giuste attenzioni da adottare ogni giorno per frenare soprattutto tra i più giovani questa epidemia. Mi preme inoltre dire che in un momento in cui imperversano sul web e sui media facili soluzioni e diete miracolose, iniziative come quella del 10 ottobre hanno lo scopo di far conoscere alla popolazione i servizi ai quali poter fare riferimento, sia per la prevenzione sia per il trattamento, e le modalità per accedervi”.

Il successo dell’Obesity Day 2019 è il coinvolgimento e la sensibilizzazione del numero più alto di persone e di tutte le Istituzioni, sull’urgenza e la necessità di porre in atto misure atte a ridurre l’impatto dell’obesità nel nostro Paese.

8 Ottobre 2019 | Giornata Mondiale del Benessere Psicologico

Tutti noi quando veniamo al mondo riceviamo in regalo un tesoro: la nostra Salute psicofisica. Non solo benessere fisico ma anche psichico: amare ed essere amati,
rispettarci ed essere rispettati. 
L’8 Ottobre 2019, in occasione della Giornata Mondiale del Benessere Psicologicopresso i Consultori Familiari ASST di Pavia, Vigevano e Voghera, dalle ore 10:00 alle 12:00 si terranno incontri liberi e gratuiti con lo psicologo di riferimento pronto ad accogliervi.

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileGiornata Mondiale Benessere Psicologico 2019

Murales in festa | Inaugurazione 6 Ottobre 2019 ore 16:00

murales presso il CPS Mede“Con i ragazzi del Cps mi trovo bene – racconta il writer vigevanese – anche se abbiamo fatto solo due incontri preparatori in cui mi hanno raccontato cosa avrebbero voluto dipingere”. Cani, gatti, cavalli e pipistrelli, una barchetta sulle onde di un pentagramma musicale, casette, razzi interplanetari, e tanto altro. Mercoledì 7 agosto Ale Puro ha disegnato i contorni delle immagini con una bomboletta sulle mura della struttura in via Silvio Pellico, e il giorno dopo i pazienti del Cps hanno iniziato a colorarli con i pennelli. Il lavoro è proseguito fino alla settimana successiva, con diverse persone che si fermavano per strada per complimentarsi con gli artisti.
Ale Puro non ha voluto alcun compenso, e la maggior parte del materiale è stata fornita gratuitamente dal colorificio Sambinello di Vigevano. Insomma, è nata una gara di solidarietà che ha coinvolto anche i vertici del Cps, ben lieti che si vivacizzasse l'esterno del complesso. “Io e Elena Ileva, del direttivo – spiega la presidente della Fucina di San Rocco, Dolores Norgia – una mattina abbiamo iniziato a girare in bicicletta per la città alla ricerca di muri da abbellire, e l'occhio ci è caduto sulla sede del Cps.Sono entrata e grazie all'associazione “A porte aperte”, che riunisce le famiglie degli utenti, ho trovato una porta praticamente già sfondata. Ci hanno detto che il Cps aveva in mente un progetto simile, ma aspettava solo di trovare le persone giuste. Così è nata una collaborazione che ha portato alla realizzazione di questa iniziativa. L'ASST di Pavia ha risanato i muri in modo che potessero essere dipinti, e Ale Puro e i ragazzi del centro hanno fatto il resto. Una sera, tornando a casa, ho visto alcuni adolescenti che commentavano positivamente i murales. È una bella soddisfazione, visto che spesso siamo pronti ad accusare i ragazzi di vandalismi”. 

Galleria Fotografica

10 Ottobre 2019 | Giornata Mondiale Salute Mentale | H-Open day

In occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale  il 10 ottobre 2019 ONDA Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, coinvolge gli ospedali con i Bollini rosa e i presidi dedicati alla salute mentale per offrire servizi gratuiti clinico-diagnostici e informativi dedicati alle donne che soffrono di ansia, depressione, disturbi dell’umore e del sonno, psicosi e disturbi del comportamento alimentare.
Le Unità Operative di Ginecologia e Ostetricia degli Ospedali di Vigevano, Voghera e Broni-Stradella partecipano all'iniziativa attraverso un incontro dal titolo Donne e Maternità aperto alle donne in gravidanza e alle neomamme volto a sensibilizzare i partecipanti sulle problematiche connesse alla gravidanza e al post-partum. L'iniziativa aperta alla popolazione si svolgerà dalle ore 10:00 in contemporanea presso i reparti di Ostetricia degli Ospedali di Vigevano, Voghera e Broni-Stradella.
L’iniziativa vanta il patrocinio della Società Italiana di Psichiatria, della Società Italiana di Neuropsicofarmacologia e della Società Italiana di Psichiatria Geriatrica.
Obiettivo di questa iniziativa giunta alla sua VI edizione è sensibilizzare la popolazione sull’importanza della diagnosi precoce e favorire l’accesso alle cure, aiutando a superare pregiudizi, stigma e paure legati alle malattie psichiche. La salute mentale è parte integrante della salute generale, indispensabile per il funzionamento individuale e sociale. I disturbi psichici rappresentano il 30% di tutte le disabilità e hanno un impatto pesante sulla quantità di vita e sulla sua qualità con gravi ripercussioni sul piano personale, affettivo-familiare, socio-relazionale e lavorativo. 
L’(H)-Open day salute mentale gode del Patrocinio della Società Italiana di Psichiatria (SIP), della Società Italiana di Neuropsicofarmacologia (SINPF) e della Società Italiana di Psichiatria Geriatrica (SIPG) ed è reso possibile anche grazie al contributo non condizionato di Angelini, Janssen, Lundbeck e Neomesia.

La giornata mondiale della salute mentale come ogni anno ci permette di fare luce sulla complessità del problema a livello mondiale. Quest’anno la giornata è dedicata alla prevenzione dei suicidi, un tema attualissimo considerato che il suicidio è tra le prime 20 cause di morte a livello globale, con una netta prevalenza degli uomini sulle donne (78% a 22%)”, spiega Francesca Merzagora, Presidente Onda. “Onda, anche quest’anno, ripropone la sua iniziativa più consolidata, un H-Open day dedicato alla salute mentale giunto alla 6a edizione. Il 10 ottobre in oltre 140 strutture tra ospedali Bollini Rosa e non e presidi territoriali, la popolazione avrà modo di avvicinarsi alle varie patologie legate alla mente e ai servizi di cura. Visite specialistiche gratuite, consulti, conferenze, test di valutazione e punti informativi presso gli ospedali aderenti all’iniziativa, daranno la possibilità di accedere ai trattamenti e di superare stigma e paura nei confronti delle varie patologie mentali. Questa iniziativa, cresciuta nel tempo, ha consentito negli anni di offrire servizi (oltre 500 nel 2018) in modo sempre più capillare contribuendo ad un’azione di sensibilizzazione verso il singolo e le comunità territoriali”.
Il tasso della mortalità in Italia per suicidio è tra i più bassi in Europa (6 ogni 100.000 rispetto alla media di 11). A tutt’oggi nella classe di età 15-29 anni il suicidio è la seconda causa di morte. Al secondo posto le ragazze dai 15 ai 19 anni al terzo posto i ragazzi”, spiega Claudio Mencacci, Presidente della Società Italiana di Neuropsicofarmacologia e Direttore Dipartimento di Neuroscienze e Salute Mentale, ASST Fatebenefratelli-Sacco, Milano. “Tra i modelli comportamentali a rischio, oltre a quelli di utilizzo di alcol e droga, vi sono quelli “invisibili” rappresentati da eccesso di uso dei media, sedentarietà e carenza di sonno. Diversi studi hanno evidenziato negli under 18 una correlazione tra consumo di cannabis e aumento della depressione, pensieri suicidari e suicidio, 3 volte più elevati in questa fascia di età”.
Il disagio psichico è in continuo aumento a livello globale e il tema della salute mentale è destinato ad acquisire un ruolo centrale nel dibattito di salute. Iniziative come l’H-Open day hanno l’obiettivo oltre che di avvicinare alle cure anche di contribuire a migliorare la conoscenza delle patologie psichiche per ridurre lo stigma e la paura ad esse associate. 

Per maggiori informazioni visitare il sito www.bollinirosa.it o inviare una e-mail a segreteria [at] ondaosservatorio.it
 

 

 

Giornata vigevanese di aggiornamenti e approfondimenti in otorinolaringoiatria

Sabato 5 ottobre 2019 presso la Sala polifunzionale Cavallerizza  del Castello a Vigevano è stata indetta la Giornata vigevanese di aggiornamenti e approfondimenti in otorinolaringoiatria
Direttore del corso e responsabile scientifico è la dottoressa Laura Lanza Direttore delle Unità Operative di Otorinolaringoiatria degli ospedali di Vigevano e di Voghera.
Obiettivo dell'evento è quello di offrire ai Partecipanti strumenti immediatamente fruibili per la gestione aggiornata delle patologie da quella  “routinarie” a quelle più “complesse”.

Cosa serve per praticare la nostra “ars medica otorinolaringoiatrica”? Sicuramente aggiornamento ed approfondimento di tematiche specialistiche grazie al confronto con esperti; ma anche “mettersi sempre in discussione”.
Siamo sempre certi che il nostro approccio diagnostico e terapeutico alle patologie otorinolaringoiatriche sia quello ottimale? Allora questa giornata diventa una occasione di confronto per confermare le nostre certezze oppure modificarle radicalmente grazie ad un confronto diretto tra Relatori e Partecipanti. 

L’evento prevede l’assegnazione di 6,3 crediti formativi ECM ed è indirizzato a medici chirurghi, infermieri, audioprotesisti, audiometristi, logopedisti. L’iscrizione al corso è gratuita.

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileOpuscolo informativo Giornata Vigevanese di aggiornamenti e approfondimenti in Otorinolaringoiatria

1 - 7 Ottobre 2019 | Settimana dell'allattamento

In occasione della Settimana Mondiale dell'Allattamento 2019 i Consultori Familiari offriranno incontri con l’Ostetrica per la promozione ed il sostegno dell’allattamento. In tale occasione, verranno presentate le Misure Nazionali e Regionali per la tutela della maternità e della paternità.
Gli incontri si terranno presso i Consultori Familiari di:

  • Pavia, Viale Indipendenza, 5 Giovedì 3 ottobre, ore 14.00 – 16.30
  • Vigevano, Viale Montegrappa, 5 Mercoledì 2 ottobre, ore 14.00 – 16.30
  • Voghera, Viale Repubblica, 88 Giovedì 3 ottobre, ore 14.00 – 16.30

    L’accesso è libero e gratuito

Consigli in pillole per un buon allattamento 

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileSlide Informazioni sull'allattamento

Nati per leggere | 2 Ottobre 2019 ore 17:00 Biblioteca Comunale Rivanazzano Terme

L’Unità Operativa Prevenzione Socio Sanitaria Territoriale, Sussidiarietà e Sostegno alla Famiglia, della Direzione Socio Sanitaria, diretta dalla dott.ssa Cristina Domimagni, Referente Territoriale della Rete Integrata Materno Infantile (RIMI), presenta l’iniziativa avviata dal Consultorio Familiare di Voghera in collaborazione con il Comune di Rivanazzano, Biblioteca Comunale, e gli Asili Nido, "Pupi solari" e Zucchero filato", rispettivamente di Godiasco e Rivanazzano Terme.
TI RACCONTO E MI RACCONTI UNA STORIA... ha come destinatari le famiglie con bambini in età prescolare che saranno invitate ad  un pomeriggio di lettura ad alta voce presso la Biblioteca di Rivanazzano Terme, in Via Indipendenza, 14, dalle ore 17:00.

Che cos’è il progetto “Nati per leggere?
Avviato nel 1999, “Nati per Leggere” (Npl) è un progetto promosso dall'Associazione Culturale Pediatri, dall'Associazione Italiana Biblioteche e dal Centro per la Salute del Bambino Onlus ed è sostenuto da Regione Lombardia e da numerose istituzioni pubbliche e private. Lo scopo del progetto è quello di promuovere la lettura precoce, rivolta ai bambini dai 6 mesi in poi nella convinzione, supportata da studi scientifici, che la lettura in famiglia faciliti lo sviluppo di abilità cognitive e di relazione e sia un fattore di acquisizione di fiduciosa consapevolezza di sé. L’iniziativa si rivolge alle famiglie con bambini in età prescolare per un pomeriggio di lettura ad alta voce presso la Biblioteca di Rivanazzano Terme, in Via Indipendenza, 14, dal titolo TI RACCONTO E MI RACCONTI UNA STORIA... che avrà inizio alle ore 17:00.L’incontro sarà anche l’occasione per chiedere agli adulti presenti la disponibilità a diventare LETTORI VOLONTARI del Programma “Nati per Leggere” (che dopo una breve formazione potranno partecipare alle attività di lettura ad alta voce ai bambini, nei nidi, nei reparti ospedalieri, nei centri vaccinali, nelle varie manifestazioni culturali, ecc.).
Dai risultati emersi da uno studio del progetto, effettuato dall'Associazione Culturale Pediatri ACP, viene confermato che la lettura ad alta voce ai bambini influenza positivamente la capacità di comprensione del linguaggio in età prescolare, e che questa influenza è proporzionale alla frequenza della lettura. Sia l’ampiezza del vocabolario recettivo sia le capacità di comprensione linguistica, requisiti necessari per lo sviluppo di adeguate capacità linguistiche, si sono dimostrate infatti migliori nei bambini esposti alla lettura da parte dei propri genitori. L’attività di promozione alla lettura effettuata dai pediatri durante le visite di controllo sembra avere un ruolo positivo nel cambiare le attitudini dei genitori a questo riguardo, e questo soprattutto nelle famiglie inizialmente meno consapevoli dell’importanza del leggere ad alta voce.

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileLocandina Nati per leggere

25 Settembre 2019 | Ospedale Unificato di Broni Stradella Convegno Progetto WAVE

La prevenzione cardiovascolare nei pazienti ad alto rischio è la priorità indicata dalle Linee Guida ed un precoce intervento presuppone un miglior rapporto costo/beneficio.
La gestione di pazienti con patologie cardiovascolari rappresenta ad oggi un modello di lavoro integrato tra medici specialistii e  tra ospedale-territorio. Lo scambio di informazioni ed il coordinamento delle varie figure coinvolte è fondamentale per ottimizzare i risultati terapeutici ed utilizzare in modo razionale le risorse disponibili. 
La prevalenza dello scompenso cardiaco ha raggiunto proporzioni di una vera e propria epidemia. Si stima che i pazienti affetti da tale patologia siano oltre 15 milioni in Europa e oltre 730.000 in Italia. L’invecchiamento della popolazione e l’aumento persistente dei fattori predisponenti (ipertensione, diabete, cardiopatia ischemica) indicano che il numero di pazienti con scompenso cardiaco continuerà a crescere. Lo scompenso cardiaco rappresenta inoltre la principale causa di ospedalizzazione con una morbilità e mortalità che  superano quelle di molte neoplasie, nonostante i miglioramenti ottenuti fino ad oggi nel management dei pazienti ambulatoriali. 

L’obiettivo di questo progetto è delineare il percorso del paziente affetto da scompenso cardiaco dall'accesso in Ospedale fino al Reparto.

Di questi temi si parlerà al Convegno organizzato il 25 Settembre dalle ore 18:00 presso l'Ospedale Unificato di Broni - Stradella.

Progetto Wave: sull'Onda dello scompenso: la gestione del paziente nella real life. ha come coordinatore scientifico il Dottor Giovanni Ferrari direttore dell'Unità Operativa Complessa di Medicina Interna.
Interverrà la dottoressa Ester Gallanti Dirigente Medico dell'equipe del Dott.Ferrari. Il corso è accreditato ECM 

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileInformazioni Convegno Progetto Wave

Fertility Day 2019 presso i Consultori Familiari di Asst Pavia

Giornata della fertilità 2019Lunedì 23 settembre 2019 | La Direzione Socio Sanitaria di Asst Pavia, UOS Prev.ne Socio Sanitaria Terr.le, Sussidiarietà e Sostegno alla Famiglia, in occasione della giornata della fertilità, FERTILITY DAY 2019offre un momento di incontro con Ginecologo ed Ostetrica, rivolto a tutte le donne, coppie e famiglie che fossero interessate al tema della Fertilità. Si definisce FERTILITA’ la capacità riproduttiva, della coppia: ossia di concepire o di indurre il concepimento di un figlio. Dall’unione di un ovocita e di uno spermatozoo, gameti/cellulle riproduttive femminili e maschili, si crea un’unica cellula lo zigote che riproducendosi darà vita all’embrione. Seguirà, quindi, il successivo impianto dell’embrione nell’endometrio, parete interna della cavità uterina e prenderà così avvio la gravidanza stessa. Affinché possa avvenire il concepimento ed il successivo impianto embrionale, si rende indispensabile che vi siano tutte le condizioni psicofisiche idonee e favorevoli a che ciò si possa realizzare. Qualora sorgessero ostacoli o impedimenti alla riproduzione, vista anche la complessità e la delicatezza di questo tema, le donne, le coppie, le famiglie possono rivolgersi al Consultorio Familiare. Tutte le persone interessate sono invitate Lunedì 23 settembre '19, presso i Consultori Familiari di Pavia, Vigevano e Voghera per parlare di fertilità: capire come preservare la propria capacità riproduttiva e, qualora fosse necessario, come affrontare eventuali criticità del momento. 
Consultorio Familiare di Pavia: lunedì, 23 settembre, ore 9.00 - 12.30 
Consultorio Familiare di Vigevano: lunedì, 23 settembre, ore 14.00 - 16.30
Consultorio Familiare di Voghera: lunedì, 23 settembre, ore 9.00 - 12.30 

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileFertility Day 2019 presso i Consultori di Asst Pavia

Pagine