News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

Nuovo Ambulatorio di Chirurgia Vascolare a Voghera

L’ASST di Pavia ha avviato un Ambulatorio di Chirurgia Vascolare presso l’Ospedale Civile di Voghera che va ad aggiungersi a quello già presente a Vigevano.
Le prime visite ed i successivi controlli vengono effettuati dai Medici Specialisti della U.O.S.D. di Chirurgia Generale ad Indirizzo Vascolare, il cui Responsabile è il dott. Giovanni Ambrosino (foto a destra)Tra i Medici impegnati nel nuovo Ambulatorio figura il dott. Claudio Rossella (a sinistra).
Gli utenti possono accedere, nella fascia oraria dalle 14:30 alle 16:30:
- il secondo e il quarto lunedì del mese
- il primo e il terzo giovedì del mese

Le visite specialistiche sono finalizzate alla valutazione delle patologie artero-venose e linfatiche di tutti i distretti e delle complicanze correlate (edemi, lesioni ulcerose degli arti, ecc.), cui fa seguito la programmazione di accertamenti e cure di tipo medico o chirurgico (trattamenti open, accertamenti e procedure terapeutiche endovascolari).

Pavia, 19 giugno 2019

 

La Nefrologia di Voghera ha presentato un proprio studio al Congresso Europeo di Budapest

Importante riconoscimento per l’Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale Civile di Voghera: un interessante lavoro scientifico redatto dal dott. Paolo Albrizio, appartenente all’equipe diretta dal dott. Fabio Milanesi, è stato accettato al più importante congresso europeo in campo nefrologico, organizzato annualmente dall’European Renal Association e dall’European Dialysis and Transplant Association, tenutosi dal 13 al 16 giugno a Budapest in Ungheria. L’evento, che ogni anno richiama migliaia di specialisti provenienti non solo dall’Europa ma anche da America, Africa e Asia, è un’importante occasione di confronto e di aggiornamento professionale sulle ultime novità in termini di malattie renali, dialisi e trapianto di rene.

Il dott. Albrizio ha esposto e presentato il proprio lavoro dal titolo: “A comparison of the most used new medium cut-off membranes in removal of middle molecules”. Il progetto, oltre all’equipe iriense, ha coinvolto la Scuola di Specializzazione in Nefrologia dell’Università degli Studi di Pavia nella figura della dott.ssa Elena Caramella, la quale ha svolto un periodo della sua formazione presso l’Ospedale Civile di Voghera. Lo studio ha analizzato nel dettaglio le capacità di depurazione del sangue di nuovi filtri per emodialisi disponibili in commercio sul territorio italiano solo da pochi mesi, rilevando come questi siano in grado di fornire elevati standard qualitativi per i pazienti nefropatici, superiori in alcuni casi anche a quelli prima raggiungibili solamente con particolari tecniche dialitiche. Il lavoro ha riscosso vivo interesse fra i Nefrologi presenti, sia provenienti dalle vicine Francia, Spagna e Germania che da Paesi del lontano est asiatico, quali Singapore e Giappone.
L’Unità Operativa diretta dal dott. Fabio Milanesi è composta da 7 medici e cura in media 140 pazienti in dialisi, afferenti ai centri di Voghera, Stradella e Varzi, per un totale di 28000 trattamenti annui, con particolare attenzione alle tecniche domiciliari, sia di emodialisi che di dialisi peritoneale, di cui si giova circa il 20% dei pazienti, il doppio rispetto alle medie nazionali.
Accanto all’attività dialitica, la Nefrologia fornisce consulenze ai reparti di degenza e ai Pronto Soccorso oltrepadani, eroga trattamenti emodialitici in area critica (Rianimazione e Unità Coronarica) e svolge un’intensa attività ambulatoriale comprendente un Ambulatorio per le malattie renali croniche e per la predialisi (in media 5000 visite all’anno fra primi accessi e controlli), un Ambulatorio di ecografia nefrovascolare (in media 1400 prestazioni all’anno) e un Ambulatorio di monitoraggio pressorio delle 24 ore (in media 1000 prestazioni all’anno).

AVVISO AI CITTADINI: il 30 settembre scade la validità delle esenzioni dal ticket sanitario

Il 30 settembre 2019 scade il periodo di validità delle esenzioni dal ticket sanitario ed è quindi necessario richiedere il rinnovo mediante la presentazione di una nuova autocertificazione.
Si tratta delle esenzioni per reddito dal ticket sanitario E02 ed E12 (disoccupazione), E 13 (lavoratori in mobilità/cassa integrazione/contratto di solidarietà) e le esenzioni dal ticket farmaceutico E30 (patologia cronica) ed E40 (malattia rara).

Il rinnovo si può richiedere:
- presso gli sportelli di Scelta/Revoca della ASST di competenza (link alle sedi degli sportelli di ASST Pavia);
- presso qualunque Farmacia, ma limitatamente alle esenzioni E30 ed E40; ATTENZIONE: dal 22.07.2019 la possibilità è estesa ad altre esenzioni  LEGGI L'INFORMATIVA
- online, autenticandosi sul sito Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), nella sezione specifica delle Esenzioni (link al portale di Regione Lombardia - Ticket ed esenzioni).
Per maggiori informazioni è consultabile il portale di Regione Lombardia nella sezione "Ticket ed esenzioni".

Con l’occasione si ricorda che le esenzioni con codice E14 (ticket farmaceutico) ed E 15 (super ticket) vengono attribuite e rinnovate automaticamente ogni anno se permangono le condizioni di diritto, sulla base delle certificazioni del Ministero dell’Economia e delle Finanze, come già avviene per le esenzioni nazionali con codice E01, E03, E 04 e per l’esenzione regionale E05.
In caso di mancata attribuzione o rinnovo automatico, il cittadino che ritenga comunque di avere diritto alle citate esenzioni potrà presentare un’autocertificazione con le suddette modalità. La stessa procedura dovrà essere seguita da coloro che effettuano una dichiarazione dei redditi che non individua il nucleo famigliare fiscale.
Le codifiche di alcune esenzioni relative alla specialistica ambulatoriale ed alla farmaceutica sono state modificate: i cittadini già in possesso di un’esenzione oggetto di cambio di codifica non hanno la necessità di operare immediatamente la sostituzione dell’attestato di esenzione.
Link alla Deliberazione di Regione Lombardia n. XI/1791 del 21/06/2019
 

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileInformativa Esenzioni | Estensione rinnovo presso le Farmacie dal 22.07.2019
Scarica il fileLocandina Esenzioni 30.09.2019 Regione Lombardia (aggiornata)

Donazione Medicina Interna ad indirizzo oncologico Ospedale di Vigevano | Rotary Club Mede Aurem

Martedì 11 giugno '19 Ospedale Civile di Vigevano Medicina Interna ad indirizzo oncologico il Direttore Generale della ASST di Pavia, Michele Brait, presenzierà alla cerimonia di donazione, a favore dell’Unità Operativa Complessa di Medicina Interna ad indirizzo Oncologico dell’Ospedale Civile di Vigevano, di quattro poltrone per la somministrazione di chemioterapia antineoplastica, donate dal Rotary Club Aureum Mede di Vigevano. Si tratta di poltrone “tecniche”, specificamente disegnate e sviluppate per consentire una efficace somministrazione del farmaco e l’accomodamento del paziente, anche in posizione supina. Marco Danova, Direttore dell’U.O.C. Medicina Interna a indirizzo Oncologico, si dichiara, con tutto il personale, molto riconoscente per questo gesto di liberalità, che viene interpretato come la prova della qualità delle cure ricevute e segno del rapporto di fiducia consolidatasi tra l’Ospedale di Vigevano ed il suo territorio.

Prenotazioni INPS Pavia con l'App INPSmobile

A seguito della sperimentazione avvenuta all'INPS di Vigevano, relativa all’accesso agli sportelli previa prenotazione, con la possibilità di scegliere il giorno e l’ora di accesso allo sportello, il sistema PrenotaINPS si sta diffondendo gradualmente su tutto il territorio nazionale: per tale motivo, l’Istituto ha deciso di mettere a disposizione dell’utenza ulteriori possibilità di prenotazione, che si aggiungono a quelle attualmente in uso. Infatti, oltre alla possibilità di inviare una mail all’indirizzo prenotazioni.vigevano [at] inps.it, si potrà prenotare con le seguenti ulteriori modalità: - telefonando al Contact Center Nazionale, da fisso al numero verde 803.164 e da mobile al n. 06.164.164;  - con lo smartphone tramite la APP INPS Mobile (Servizio Sportelli di Sede); - se in possesso di PIN, sul sito dell’INPS al servizio “Sportelli di Sede”. (link https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=52562&lang=IT).

Cerimonia di Donazione all'Ospedale di Broni-Stradella

Ospedale unificato di Broni-Stradella Giovedì 6 giugno 2019 .Oggi, alle ore 15:00 viene inaugurato un insieme di apparecchiature donate all’U.O.C. di Medicina Interna. Si tratta di 2 monitor portatili multiparametrici, 2 carrelli porta monitor, 2 piatti adattatori, 4 check-me professional con misuratore di pressione ultraportatile e 3 pulsossimetri a dito, oltre a due televisori 24” con staffa. Il tutto è stato offerto dalla Signora Albina Del Sal in memoria del marito Ferruccio, quale atto di riconoscenza per le cure prestate al congiunto, sia dal punto di vista professionale che umano, nel reparto diretto dal Dott. Giovanni Ferrari.
Il Dott. Michele Brait, Direttore Generale di ASST Pavia, sarà presente alla cerimonia per testimoniare personalmente la gratitudine alla Signora Del Sal, il cui contributo va ad aumentare il parco di strumentazioni a disposizione dell’U.O.C. di Medina Interna ed a migliorare ulteriormente la qualità delle cure offerte.
Donazioni di questo tipo, infatti, oltre a costituire un gesto di riconoscenza per la professionalità degli operatori sanitari e per la qualità delle cure ricevute, sono l'inequivocabile segno di un rapporto di fiducia consolidatosi tra l’Ospedale ed il suo territorio.

Inaugurazione Nuovo Mammografo Ospedale Civile di Vigevano

Cerimonia di inaugurazione nuovo Mammografo Ospedale di Vigevano 5.6.19Ospedale Civile di Vigevano Cerimonia di Inaugurazione nuovo Mammografo
Il Direttore Generale di ASST Pavia, Dr. Michele Brait, annuncia l’ampliamento del parco strumentale aziendale complessivo grazie all’acquisizione di una nuova apparecchiatura ad alte prestazioni. Oggi, mercoledì 5 giugno, alle ore 15:00, viene inaugurato un mammografo digitale (Hologic Selenia Dimensions), recentemente entrato in funzione presso l’U.O.C. Radiodiagnostica Lomellina dell’Ospedale Civile di Vigevano, che va a sostituire l’apparecchio analogico precedentemente in uso. Grazie all’utilizzo di tecnologia di ultima generazione (tomosintesi), che permette l’acquisizione di più immagini relative a strati diversi della mammella, con questo apparecchio è possibile acquisire un risultato diagnostico più efficace non solo rispetto alla mammografia analogica, ma anche rispetto a quella digitale classica: eventuali lesioni, infatti, nella mammografia 2D potrebbero essere nascoste da altre strutture mentre l’esame dei diversi strati, come nella TAC, permette di ottenere informazioni E’ questo il significativo valore aggiunto del nuovo mammografo: la possibilità di ottenere con estrema accuratezza le immagini utili a scoprire, localizzare e diagnosticare le lesioni mammarie. Inoltre, rispetto alle apparecchiature presenti fino ad oggi sul mercato, il nuovo strumento non rende necessaria l’acquisizione ulteriore di una mammografia 2D per avere un’immagine completa della mammella, perché questa viene ottenuta “fondendo” le informazioni rilevate dai diversi strati. Per tale motivo le pazienti verranno esposte ad un numero inferiore di radiazioni. La tomosintesi del sistema Installato a Vigevano, poi, è quella più veloce sul mercato, dato che l’acquisizione viene completata in soli 4 secondi con un maggior comfort per la paziente. Questa nuova apparecchiatura è dotata di un sistema per l'esecuzione di biopsie con guida stereotassica ossia un modulo che permette, tramite l'identificazione della lesione attraverso il mammografo stesso, di eseguire un prelievo di tessuto con l'inserimento guidato di un ago molto sottile. Il campione così raccolto viene quindi inviato al laboratorio per un esame istologico, per stabilirne la natura e le caratteristiche ed escludere la diagnosi di tumore maligno. La Direzione prosegue nelle azioni di potenziamento tecnologico grazie a questa nuova acquisizione che va ulteriormente a migliorare l’offerta sanitaria di Asst Pavia. Nella foto da sinistra: Dott.ssa Mara Azzi, Direttore Generale ATS Pavia, Dott.ssa Antonietta Moreschi, Assessore Salute Comune di Vigevano, Dott. Andrea Ceffa, Vice-sindaco Comune di Vigevano, Dott.ssa Silvia Piani, Consigliere Regione Lombardia, Dott. Andrea Sala, Sindaco Comune di Vigevano, Dott.ssa Elena Belloni, Direttore UOC Radiodiagnostica Lomellina Ospedale Civile di Vigevano, Dott. Michele Brait, Direttore Generale Asst Pavia.

Avviso: esiti 1° prova d'esame Concorso pubblico n.5 posti di Collaboratore Professionale Sanitario - Fisioterapista - Cat D

CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI AI FINI DELLA COPERTURA DI N.5 POSTI DI COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO – FISIOTERAPISTA – CAT. D –: GLI ESITI DELLA I PROVA D’ESAME – PROVA SCRITTA E COMUNICAZIONE IN ORDINE AD ESPLETAMENTO DELLE ULTERIORI PROVE D’ESAME sono pubblicati su apposito portale, collegandosi al link: https://concorsi.asst-pavia.it.

La nuova sfida della medicina di genere: incontro pubblico a Vigevano con gli specialisti dott. Pusineri e dott.ssa Lanza

L’Associazione Italiana Donne Medico, con il patrocinio di ASST Pavia, Comune di Vigevano, Club Lomellina Soroptimist International e Fondazione Le Vele, organizza un incontro pubblico con la popolazione sul tema della medicina di genere, con particolare riferimento a cuore e dolore postchirurgico.
L’evento si tiene mercoledì 5 giugno, ore 21:00, presso la Sala Consigliare del Comune di Vigevano. Saranno presenti il dott. Enrico Pusineri e la dott.ssa Laura Lanza, Direttori rispettivamente dell’U.O.C. Cardiologia e Unità Coronarica e dell’U.O.C. Otorinolaringoiatria dell’Ospedale Civile di Vigevano, che tratteranno l’argomento e risponderanno alle domane del pubblico.
La medicina di genere indaga sulle relazioni tra l'appartenenza al genere sessuale e l'efficacia delle terapie nel trattamento di determinate patologie. Questa innovativa branca della ricerca biomedica rappresenta una nuova prospettiva per il futuro della salute. L'obiettivo è quello di giungere a garantire a ogni individuo, maschio o femmina, l'appropriatezza terapeutica. In quest'ottica la definizione del concetto di genere si amplia e, oltre alla differenza relativa ai caratteri sessuali degli individui, include anche e soprattutto numerose peculiarità che derivano sia dalla differente anatomia e fisiologia di uomini e donne sia dai fattori relativi ad ambiente, società, educazione, cultura e psicologia.
Per lungo tempo, la differenza tra uomini e donne è stata considerata un fattore secondario nello sviluppo di nuove soluzioni farmacologiche e nell'individuazione di trattamenti e forme di prevenzione dalle patologie. Oggi sta maturando una nuova sensibilità, anche sulla base delle indicazioni che provengono dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e, in Italia, da Istituto Superiore di Sanità e AIFA. È importante che la medicina di genere approfondisca oggi i diversi modi in cui uomini e donne affrontano la malattia: perché solo così saremo in grado di ottimizzare la diagnosi, le terapie e la consistenza d'uso, cioè il dato obiettivo di quanto il paziente aderisca al progetto terapeutico stabilito dal medico.
Link alla locandina

 

Cure Palliative: la condivisione di un percorso. Seminario a Vigevano

Sabato 8 giugno, presso la Sala dell’Affresco del Castello di Vigevano, è in programma il seminario “Cure Palliative: la condivisione di un percorso”, organizzato dal Dipartimento Provinciale Interaziendale per le Cure Palliative di Pavia, ASST ed ATS Pavia, Associazione Medici di Famiglia Vigevano Lomellina ed Hospice di Abbiategrasso.
Sono previsti i saluti istituzionali del dott. Armando Gozzini (Direttore Socio Sanitario ASST Pavia), del dott. Santino Silva (Direttore Sanitario ATS Pavia) e del dott. Andrea Sala (Sindaco di Vigevano).
Nel marzo scorso l’ATS Pavia ha deliberato la trasformazione della Rete Locale di Cure Palliative in Dipartimento Provinciale Interaziendale per le Cure Palliative ed ha nominato quale Coordinatore del Comitato di Dipartimento il dott. Ivan Battistin, Direttore del Reparto di Cure Palliative dell'Ospedale San Martino di Mede e relatore del seminario di Vigevano. Del Dipartimento fanno parte ASST Pavia, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, IRCCS Maugeri, ASP Istituti di Assistenza e Cura Santa Margherita di Pavia, Hospice Fondazione Cella di Rivara ed altri soggetti di cura e assistenza (Coop Sociale Il focolare, Associazione Lino Sartori, Coop Sociale Con Voi, Fondazione Pii Istituti Unificati Begioioso, Coop Sociale In Cammino, Camedi e San Francesco), oltre alle case di cura private accreditate presenti nel territorio provinciale, tutti gli Hospice, le unità di Cure palliative domiciliari, le organizzazioni no-profit di volontariato che operano nell'ambito delle cure palliative e/o della Terapia del dolore o che operano in ambito oncologico, le RSA provinciali e i Medici di Medicina Generale/Pediatri di libera scelta.
L’evento di Vigevano, che metterà a fuoco l'attività del Diparmento, si prefigge lo sviluppo di competenze specifiche relativamente alla identificazione dei pazienti con bisogni di cure palliative, in particolare attraverso degli strumenti proposti dalle recenti delibere regionali, e l'espansione di percorsi di cura integrati e condivisi in grado di massimizzare la continuità assistenziale e ridurre l’accesso a prestazioni inappropriate. Una presa in carico precoce e condivisa, le cure simultanee, la pianificazione condivisa delle cure descritta dalla legge 219, sono ambiti che determinano un rapido sviluppo delle cure palliative verso la costruzione di Reti Locali. Il convegno ha lo scopo di dare impulso all’integrazione tra i professionisti che operano in un territorio che presenta potenzialità e problematiche specifiche.
Il seminario, che attribuisce 3 crediti E.C.M., è patrocinato da Società Italiana di Cure Palliative, Comune di Vigevano, Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.
Per info e iscrizioni: link alla locandina
Pavia, 28/05/2019

 

Pagine