News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

La Dott.ssa Maria Cristina Caffetti ASST di Pavia

Dott.ssa maria Cristina Caffetti UOC Riabilitazione Specialistica Voghera

All'Ospedale di Voghera una App per i pazienti affetti da Osteoporosi: Progetto OSSINERGY.

ne parla la Dott.ssa Maria Cristina Caffetti dell'UOC di Riabilitazione Specialistica Ospedale di Voghera.

Un’applicazione che ottimizzi i tempi di gestione di un paziente con frattura da fragilità ossea e coordini la rete degli attori sanitari a supporto del malato stesso e del suo ritorno a casa. E’ il progetto ambizioso a cui si sta dedicando anima e corpo un gruppo di medici che operano all’interno di Ossynergy, rete di gestione nata nel 2016 dalla collaborazione tra i distretti medici di Varzi, Salice Terme, Voghera e dell’Oltrepò pavese in generale.

Dice la Dott.ssa Maria Cristina Caffetti, Dirigente Medico del Reparto di Riabilitazione Specialistica dell’Ospedale civile di Voghera, diretto dal Dottor Emiliano Varalda dell’ASST di Pavia: “Ossynergy è nato da un primo gruppo di lavoro, che si sta ampliando, formato dal Direttore del Distretto Oltrepò, la Dott.ssa Da Prada, da alcuni medici di cure primarie coordinati dal Dr. Giuffrè di Varzi e dalla Dott.ssa Sozzi, Responsabile dell’Ambulatorio per l’Osteoporosi dell’Istituto di Riabilitazione IDR Fondazione Don Carlo Gnocchi di Salice Terme”.
Attraverso la rete Ossynergy, il paziente viene individuato con un algoritmo validato, un questionario e la Moc Dexa nel rispetto dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e delle linee guida Internazionali.
In base al rischio del paziente, vengono stabiliti in sinergia tra ospedale e territorio gli interventi:

  • il basso rischio comporta una prevenzione primaria;
  • l’alto rischio senza fratture, una prevenzione secondaria;
  • l’alto rischio con fratture da fragilità, una prevenzione terziaria”.

L’innovazione del progetto è rappresentata anche da un’applicazione informatica che è possibile scaricare ed installare su smartphone e tablet, indirizzata a specialisti ma anche a medici di base: continua la Dott.ssa Caffetti: “Il programma è pensato per fornire allo specialista tutte le informazioni necessarie per approcciare il paziente con osteoporosi nel migliore dei modi. L’App mostra al medico le caratteristiche della persona visitata, evidenziando eventuali fratture causate da fragilità ossea ed indicandone l’entità. Dobbiamo ricordare che, entrando in ospedale ci si deve sentire quasi come a casa e gli operatori non devono essere solo preparati scientificamente, ma devono anche far sentire il paziente a suo agio, paziente che va aiutato nel recupero e nella riabilitazione.
Il malato è da accompagnare dall’inusualità dell’ambiente ospedaliero alla vita quotidiana, aiutandolo non solo nel percorso clinico”.
Oltre alla App, tra gli obiettivi della rete Ossynergy per il nuovo anno figura anche una collaborazione con l’Università di Pavia e la Facoltà di Scienze Motorie per creare dei corsi di attività motoria dedicati alle signore giovani, per la prevenzione, ed anche la creazione di percorsi condivisi di medicina di genere, essendo l’osteoporosi una patologia prettamente femminile.

Open Day mensile Cardiologia Voghera

Dott. Broglia Primario Cardiologia Ospedale civile di Voghera.Ospedale civile di Voghera UOC di Cardiologia

Si avvia il progetto "Open Day - Cardiologia" per elettrocardiogrammi senza prenotazione preventiva. Il servizio sarà disponibile il primo martedì di ogni mese presso gli ambulatori di Cardiologia dell’Ospedale di Voghera, dalle ore 14 alle ore 16, a partire da martedì 14 febbraio p.v.. 

Il cittadino dovrà presentarsi con l’impegnativa del Medico di Base ed il ticket dovrà essere preventivamente pagato presso il CUP dell'Ospedale.

VACCINAZIONI ANTIMENINGOCOCCO

Attualmente sono gratuitamente offerte:

  • vaccinazione antimeningococco C nei primi 24 mesi (garantita comunque fino ai 18 anni per chi non fosse stato vaccinato in precedenza);
  • vaccinazione antimeningococco B per i nuovi nati dal 2017;
  • vaccinazione antimeningococco ACW135Y dall’11° al 18° anno di età;
  • vaccinazione antimeningococco B e ACWY per le categorie a rischio per status o patologia.

A partire dal 13/02/2017, le vaccinazioni contro il Meningococco per protezione individuale, con la formula del copagamento  per i soggetti non inclusi nelle categorie sopra descritte, potranno essere prenotate al seguente numero telefonico:

0383 695423

attivo da lunedì a venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.30 ed il lunedì e il martedì dalle ore 14.00 alle ore 15.00

Le vaccinazioni in copagamento saranno effettuate, su prenotazione, presso i seguenti ambulatori:

  • Pavia - Viale Indipendenza n. 5 - mercoledì dalle ore 14.00 alle ore 16.00
  • Vigevano – Viale Montegrappa n. 5 - giovedì dalle ore 14.00 alle ore 16.00
  • Voghera – Viale Repubblica n. 88- mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.00

La prestazione verrà erogata a pagamento, alle seguenti condizioni:
Vaccino    Costo Vaccino  Costo Somministrazione Costo Finale
    B                € 73.34                      € 9.95                  € 83.29
ACWY             € 34.32                      € 9.95                  € 44.27
    C                € 10.12                      € 9.95                  € 20.07
previo versamento mediante bollettino di conto corrente postale numero 19865070 intestato a: ASST di Pavia – causale: vaccinazione. Trattandosi di una scelta di protezione individuale ed essendo la vaccinazione un intervento sanitario, è importante confrontarsi preventivamente con il proprio curante.

Domande frequenti in tema di Meningococco dal sito di Regione Lombardia

 

Domande e risposte in tema di

MENINGOCOCCO

dal sito di   REGIONE LOMBARDIA

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il file Informazioni amministrative vaccino anti-meningococco

Il Dott. Alberto Chiara ASST di Pavia

L'emerito Professor Roberto Burgio ed il Direttore del Dipartimento Infantile della ASST di Pavia, Dott. Alberto ChiaraI bambini nella società che cambia: attenzione al rischio obesità e all’importanza dei vaccini - Ne parla il Dott. Alberto Chiara Responsabile Dipartimento Materno Infantile Direttore UOC Pediatria e Nido Ospedale civile di Voghera e Direttore f.f. Ospedale civile di Vigevano.

“Ho avuto la fortuna di essere un allievo del professor Roberto Burgio e di lui ricordo, tra le tante, una frase che ci diceva spesso: noi pediatri dobbiamo essere gli avvocati dei bambini”. Il Dott. Chiara, ha a cuore costantemente il bene dei più piccoli, nella linea d’insegnamento del Prof. Burgio, mancato nel 2014 e considerato uno dei padri della moderna Pediatria italiana. 
“Mi sono innamorato di questo ramo della Medicina proprio grazie alle lezioni del Professor Bugio. Sono stato alunno del Collegio Borromeo e mi sono laureato a Pavia”.
Continua il Dott. Chiara: “Ho lavorato per molti anni al San Matteo, poi all'ospedale di Crema e ora dirigo la struttura complessa di Pediatria e Nido di Voghera. Un incarico che mi ha permesso di portare avanti una serie di iniziative mirate al benessere sia della neo-mamma che del suo bambino, con un occhio di riguardo alla famiglia intera. E’ fondamentale, soprattutto oggi, valutare le condizioni di salute del bambino e dell’adolescente nella società che cambia: nei nostri reparti sono aumentati i casi di bambini in sovrappeso, quindi a rischio di sindrome metabolica quando saranno più grandi.
Per questo motivo non ci stanchiamo di raccomandare alle famiglie di evitare di lasciare i bambini inattivi davanti a televisione e videogiochi e di tornare a un’alimentazione sana, abbinata a sport e movimento, che metta al centro dei pasti i dettami della dieta mediterranea.
Fibre, frutta e verdura, pasta e condimenti freschi possono essere una buona via per imparare a mangiare sano, anche se sappiamo che ai bimbi la verdura spesso non piace: per diffondere le buone prassi a tavola abbiamo avviato, come Ospedale di Voghera e struttura di Pediatria, il progetto “Impariamo a mangiare meglio” che prevede una serie di incontri con gli allievi dell’Istituto Comprensivo di via Marsala a Voghera; gli incontri partiranno nel mese di maggio e verteranno sull’importanza di una sana e corretta alimentazione nell’infanzia per poter prevenire le patologie dell’età evolutiva”.
Sotto la lente della struttura complessa di Pediatria e Nido guidata dal Dott. Chiara, anche la questione dei vaccini: “Ci tengo in prima persona a ribadire che grazie ai vaccini abbiamo sconfitto, in questi ultimi anni, molte patologie e che rinunciarvi può essere pericoloso - ha ribadito il professor Alberto Chiara -. Ho assistito personalmente al ripresentarsi di malattie come la polio, una patologia invalidante, a causa di una mancata vaccinazione. Teniamo presente che le informazioni che si vanno diffondendo in rete circa la pericolosità dei vaccini non hanno un fondamento scientifico, non ci sono riscontri in letteratura medica. E’ necessario invece continuare a far fare profilassi ai nostri bambini per salvare la loro salute e in alcuni casi anche la loro vita”. Un impegno costante, che l’ospedale iriense mette in campo con incontri mirati anche su questi temi: ai vaccini infantili è dedicato un ciclo di appuntamenti con i genitori degli alunni dell’Istituto comprensivo di via Marsala, con cui negli anni scorsi è stata promossa una fattiva collaborazione”.
Il lavoro presso il Reparto di Pediatria e Nido dell’Ospedale di Voghera è diversificato: dal sito della Asst di Pavia, a cui afferisce il nosocomio iriense, è possibile scaricare la guida “Venuto al Mondo”, vademecum chiaro e preciso che contiene le informazioni utili per la gestione dei primi mesi di vita del bambino; inoltre, l’impegno quotidiano del Dott. Chiara è anche orientato all’ecografia, in particolare all’elastosonografia, metodica all’avanguardia scelta dal Dott. Alberto Chiara per valutare, anche in ambito pediatrico, la durezza o l’elasticità dei tessuti molli e dei noduli per individuare eventuali presenze tumorali, soprattutto in ambito tiroideo ed effettuata solo in pochi centri sul territorio nazionale.

 

2017 progetti ed investimenti

Dott. Michele Brait Direttore Generale Asst Pavia

Ospedale di Voghera, 19 dicembre 2016

Tele Pavia intervista il Direttore Generale della Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Pavia, Dott. Michele Brait.

Argomento dell'intervista i progetti e gli investimenti per il 2017.

Link alla video intervista 

Vaccini:informarsi bene non fa male

Campagna di comunicazione di Regione Lombardia sui VACCINICampagna di Comunicazione di Regione Lombardia a favore della corretta informazione sull'utilizzo dei Vaccini. 

I vaccini sono strumenti fondamentali di tutela della la salute - del singolo e della comunità - e la corretta informazione è sicuramente la base principale sulla quale fondare la scelta di vaccinare in modo consapevole e responsabile. Da questa considerazione nasce la campagna di comunicazione Wikivaccini, il progetto di informazione di Regione Lombardia attraverso il quale le mamme e i genitori (ma anche i cittadini tutti) possono trovare risposte alle molte domande che ci si pongono al momento di vaccinare o vaccinarsi contro le malattie infettive. Supportato da una ricerca specifica che ha aiutato a individuare i temi che più frequentemente animano il dibattito sulle vaccinazioni, il portale Wikivaccini.com offre a tutti la possibilità di accedere con facilità a fonti informative autorevoli e di accertata validità scientifica.

La piattaforma consente di: ascoltare le videorisposte degli esperti alle domande e ai dubbi che più spesso ricorrono sul tema, conoscere meglio la storia dei vaccini e delle vaccinazioni ed il loro sviluppo nel tempo come strumenti di tutela dell’individuo e della salute pubblica, avere indicazioni operative su come informarsi sul territorio regionale per accedere alle vaccinazioni, capire come orientarsi nel mare dell’informazione disponibile sul tema, così da individuare le fonti affidabili e non cadere preda di allarmismi senza fondamento. A breve sarà inoltre possibile scaricare da Wikivaccini.com una APP con cui si potrà accedere al calendario vaccinale del proprio bambino, ad informazioni sul centro vaccinale più vicino e altro ancora. (Link alla piattaforma Wikivaccini.com)

Assessore al Welfare, Avv.to Giulio Gallera a Stradella e Voghera

Visita dell'Assessore Giulio Gallera all'Ospedale di Broni-StradellaLunedì 12 dicembre 2016.

L'Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Avv.to Giulio Gallerain visita presso gli Ospedali di Broni-Stradella e Voghera.

Un momento significativo per l'azienda per inaugurare ufficialmente il nuovo Reparto di Riabilitazione Specialistica, per parlare del futuro dell'Ospedale Arnaboldi di Broni in PreSST e dei progetti di integrazione Ospedale/Territorio.

Durante la Conferenza Stampa, l'annuncio dell'unificazione del Punto Nascita dell'Istituto Clinico Beato Matteo di Vigevano nel PUNTO NASCITA dell'U.O.C. di Ginecologia ed Ostetricia dell'Ospedale di Vigevano. 

Nuovo Ecotomografo Pronto Soccorso Mortara

Installazione nuovo Ecotomografo Pronto Soccorso Ospedale di MortaraRecentemente è stato installato un nuovo Ecotomografo portatile ad alte prestazioni presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Asilo Vittoria di Mortara. Il nuovo ecotomografo è uno dei 6 acquistati dall'ASST di Pavia e destinati alle Sale Operatorie, nella diagnostica d’urgenza in Pronto Soccorso ed in Rianimazione (ECO-fast), nonché alla localizzazione delle vene e delle arterie per il posizionamento dei cateteri di accesso per l’infusione di farmaci o il monitoraggio delle pressioni.

Nuovo Ecotomografo Blocco Operatorio Vigevano

Installazione nuovo Ecotomografo presso il Blocco Operatorio dell'Ospedale di VigevanoIl Dott. Livio Carnevale, Direttore UOC Anestesia e Rianimazione di Vigevano e Lomellina, Direttore Dipartimento Emergenza e Area Critica comunica l'avvenuta installazione di un nuovo Ecotomografo ad alte prestazioni, destinato a supportare i medici anestesisti nell'effettuazione dell’anestesia loco-regionale.

Per ottenere questo effetto si utilizzano anestetici locali (simili a quelli impiegati, ad esempio, per le cure odontoiatriche) che vengono iniettati in prossimità dei fasci nervosi periferici. Sono tecniche particolarmente utili nella chirurgia degli arti superiori ed inferiori. In gran parte degli interventi in questi distretti tali metodiche eliminano la necessità di eseguire l’anestesia generale (altrimenti definita narcosi) o l’anestesia subaracnoidea (spinale) e peridurale. 

Queste ultime metodiche, pur non essendo tecniche di anestesia generale ma regionale, producono comunque un blocco anestetico ed analgesico in territori più estesi, non sempre necessari per tutti gli interventi chirurgici. Il vantaggio delle metodiche loco-regionali più selettive è dato dalla minor estensione del blocco, che si limita alle sole zone oggetto dell’intervento chirurgico, e dai minori effetti collaterali.

La difficoltà di esecuzione di tali tecniche era data dalla necessità di reperire anatomicamente il punto migliore in cui effettuare il blocco iniettando l’anestetico locale in prossimità del decorso dei fasci nervosi. La localizzazione dei plessi e dei fasci nervosi era in passato possibile solo con tecniche anatomiche o di stimolazione dei fasci con speciali apparecchi. L’utilizzo della tecnica eco-guidata permette di individuare più facilmente il punto in cui iniettare l’anestetico locale migliorando il risultato del blocco, riducendo la quantità di anestetico e riducendo anche la possibilità di complicanze. 

Questo nuovo apparecchio, insieme a quello recentemente installato presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Asilo Vittoria di Mortara, sono i primi ad entrare in funzione, tra i 6 acquistati dall'ASST di Pavia e destinati in Sala Operatoria, nella diagnostica d’urgenza in Pronto Soccorso ed in Rianimazione (ECO-fast), nonché alla localizzazione delle vene e delle arterie per il posizionamento dei cateteri di accesso per l’infusione di farmaci o il monitoraggio delle pressioni.

Pagine